ACCADEMIA CORSI DI DANZA A. D. KIDS NEWS
& EVENTI
GALLERIA IMMAGINI CONTATTI
accademia corsi kids news Galleria fotografica contatti

LUCIA PRAVISANI

LUCIA PRAVISANI

26/10/2008 - Lucia Pravisani Variazione dal balletto

Insegnante ospite

Nata a Padova, ha studiato danza con Nada Kolak, Mihaela Craciunescu, Patrizia Comini, Franco De Vita, Raymond Lukens, Browen Curry, Susan Sentler.
Nel 1987 entra a far parte della Compagnia Dimensione Balletto ballando come Solista coreografie di Comini, Morricone, Cannito.
Nel 1991 ha ricevuto il Premio “I Giovani nell’Arte” ed è stata vincitrice per due anni consecutivi di due Borse di studio, una conferitale dall’A.N.C.E.C. e l’altra dalla Cecchetti Society I.S.T.D. Londra, per il Summer Course a Londra. Dal 1991 al 1994 lavora con l’Aterballetto danzando coreografie di A.Amodio a fianco ad artisti come V.Derevianko, A. Molin, A. Ferri, M. Loudieres, I Yebra e tra il 1995 e il 1997 lavora con il Teatro Sociale di Rovigo danzando coreografie di G. Iancu accanto a P. Chalmer, L. Contardi, M. Pierin. Dal 1998 al 2001 lavora anche come Solista, presso il Teatro Sociale di Rovigo ballando coreografie di Robert North, e R. Cohan accanto a Luciana Svignano; successivamente danza all’Arena di Verona e allo Scottish Ballet sempre sotto la Direzione di Robert North. Dal 1995, contemporaneamente alla sua attività di ballerina professionista, ha conseguito il Diploma di Associate della Cecchetti Society I.S.T.D. Londra con il massimo dei voti per l’insegnamento. Nel 2004 ottiene il Diploma di Licentiate che le conferisce un’ulteriore specializzazione nell’insegnamento dei corsi superiori.
Nella stagione 2000-2001, inoltre , lavora come insegnante per l’Education Department e il Junior e Senior Associate dello Scottish Ballet. Nello stesso anno, sotto l’insegnamento di Hillary Cartwright, consegue il certificato di Gyrotonic che le ha permesso di lavorare con i ballerini dello Scottish Ballet.
Dal 2001 dirige la scuola Danzarteatro a Padova con suo marito Michele Di Molfetta.

< Torna ai docenti